BENVENUTI

sul blog del Caffè Letterario La Luna e il Drago

lunedì 20 febbraio 2017

“Dettagli per una possibile comprensione”: la mostra su Pirandello curata da Pierfranco Bruni




La scuola e Luigi Pirandello in una lettura comparata
Un percorso rivolto alla Scuola italiana ed estera per un più appropriato approccio a Luigi Pirandello a 150 anni dalla nascita
“Dettagli per una possibile comprensione”: la mostra su Pirandello curata da Pierfranco Bruni


La scuola e Pirandello. Un legame che apre diverse prospettive nella lettura di un Pirandello oltre gli stereotipi. Proprio in occasione di recenti studi e riletture pirandelliane l’autore di “Pensaci Giacomino!” viene proposto attraverso una griglia multidisciplinare: Le radici, La filosofia, L’etno-antropologia, La religiosità, L’alchimia. Attraverso questi cinque riferimenti si propone una lettura comparata delle sue opere: dalla poesia al teatro, dalle novelle al romanzo, dagli scritti saggistici alle lettere a Marta Abba.

domenica 19 febbraio 2017

Scarpetta e la lingua grottagliese al Teatro Monticello di Grottaglie



 di Marilena Cavallo


Scarpetta. Protagonista di una recita che inquadra marionette e personaggi lungo il filo di un pirandellano teatro dentro il teatro. Così a Grottaglie al Teatro Monticello in una rappresentazione che ha saputo collegare,  per la bravura degli attori, la recita e la vita. "Lu Scarfalietto" nel dramma commedia napoletano. 
Un post realismo teatrale che che non perde il senso della maschera. 
C'è  chi la Vita la vive
Chi la sogna ma rimanda a domani
Chi la denuncia perché  falsa
Chi contro di lei impreca perché  ingiusta
C'è  chi la scrive e allora la vive due volte...per sé  e per gli altri a cui fa dono con la scrittura...
C'è  chi la onora e chi la disonora
Chi l'ha persa...ma ancora è  dentro noi. ..
C'è  chi la cambia. ..o vorrebbe  cambiare
E poi c'è  chi la mette in scena...
E noi come voi stasera stiamo per farlo...viva la Magia del Teatro...

sabato 18 febbraio 2017

È rock'n'roll, Ricky Gianco a Zelig

La scomparsa di Pasquale Squitieri. Un regista: da Sartana al Prefetto di ferro, da Carmine Crocco a Corleone, da Claretta a Seneca

di Pierfranco Bruni


Pasquale Squitieri non c’è più. Un vero raccontatore per immagini luoghi e scelte. Un vero regista.  L’ho conosciuto bene. Molto bene. Da Sartana a al Prefetto Mori, da Claretta a Carmine Crocco. Dal cinema alle nostre discussioni notturne a Roma a Napoli a Bari a Taranto. Personalità eclettica, complessa, profonda nelle sue radicali discussioni sia politiche che culturali. Aperta alle diverse discussioni ma, nello stesso tempo, fermo nelle sue posizioni.
Grande scavatore del legame tra storia e letteratura, ha sempre saputo offrire una chiave di lettura ai fenomeni di una società che ha vissuto di transizione in un terzo Novecento che ha cercato di comprendere i processi politici di una Nazione molto contraddittoria. L’ho amato nei miei anni antichi.
Ho visto i suoi film degli anni Sessanta e primissimi anni Settanta in un cinema di periferia della mia Calabria, ovvero di un paese che raccoglieva tutte le comunità intorno, e ho cominciato ad amare alcuni personaggi e i lunghi campi di un immaginario ricco di metafore e fantasie.

venerdì 17 febbraio 2017

Il viaggio sciamanico nell’alchimia della parola di Pierfranco Bruni a Cosenza





Il viaggio sciamanico nell’alchimia della parola di Pierfranco Bruni
a Cosenza
Mercoledì 22 Febbraio  ore 17.30
Sarà presentato nel Terrazzo Pellegrini di Cosenza  il  romanzo “Che il dio del Sole sia con te” di Pierfranco Bruni con Video di Anna Montella

Mercoledì 22 Febbraio, alle ore 17.30,  a  COSENZA,  nel Terrazzo Culturale Pellegrini, Via Camposano, 41, (ex via De Rada) sarà presentato  il romanzo: “Che il dio del Sole sia con te” di Pierfranco Bruni.
I lavori  saranno introdotti e coordinati da Antonietta Cozza dell’Ufficio stampa LPE. Relazioneranno Maria Cristina Parise Martinaro (Presidente della Società Dante Alighieri di Cosenza) e Alberico Guarnieri, saggista e critico letterario. Nel corso della serata verrà proiettato il Video di Anna Montella dedicato al libro di Bruni.

giovedì 16 febbraio 2017

PRESENZA LUCANA – 27° Anno – MUSICA E CULTURA - Le donne nelle opere di Puccini

PRESENZA LUCANA             Presidente: Michele Santoro
Associazione Culturale e Sociale
Via Veneto 106/a
Tel. 099/7384301  Cell 338.4945141

PRESENZA LUCANA – 27° Anno – 
MUSICA E CULTURA  - Le donne nelle opere di Puccini  
Ingresso libero per l’appuntamento che si svolgerà Venerdì 17 Febbraio, in via Veneto 106/a Taranto, con inizio alle ore 18.00.

Presenza Lucana, dopo la presentazione del testo di Gaetano Appeso, “Tianchào taccuino di un viaggio in oriente” in cui l’autore, nell’arco di un mese, attraversando, in lungo e in largo, la Cina descrive le moderne città della costa, i deserti dello Xinjiang, le cime innevate del Tibet e le grandi foreste del sud, cambia registro proponendo la cartella “Musica e cultura”.
Il tema scelto, dal titolo “Le donne nelle opere di Giacomo Puccini”, sarà illustrato dallo studioso Pierfrancesco Galati, che ha presentato, in autunno con il Maestro Giuseppe Gregucci, un saggio su “La banda musicale di Squinzano”. La prima delle grandi opere, dal titolo “Manon Lescaut”, fu rappresentata, dal musicista lucchese, al Teatro Regio di Torino nel 1893, all’età di trentacinque anni. In verità, era già stata preceduta da “Le Villi”, nel 1884, e da “Edgar”, nel 1889. Nel giro di dieci anni si aggiunsero: “La bohème” (1896), “Tosca” (1900) e “Madame Butterfly” (1904).Turandot, rimasta incompiuta, fu completata da Franco Alfano e presentata,  nel 1926, dopo la morte di Puccini (1924). Silvana Pasanisi, (Critico, poeta) leggerà le arie che hanno come interpreti: Manon, Mimì in Bohème, Flora in Tosca, Ciò Ciò San in Madame Butterfly e Turandot. E’ importante osservare come, nelle opere liriche pucciniane, siano le donne vere protagoniste con la loro passione e sofferenza.
Nel corso dell’incontro è previsto un dialogo con il soprano Angela Massafra appassionata interprete delle opere di Puccini.
Lo studioso Fornaro che, la scorsa settimana ha trattato il tema del fidanzamento, nella Taranto del secolo scorso, svilupperà un nuovo breve argomento racchiuso in “Pillole di tarantinità”.
Ingresso libero per l’appuntamento che si svolgerà Venerdì 17 Febbraio, in via Veneto 106/a Taranto, con inizio alle ore 18.00.


Art. Michele Santoro

martedì 14 febbraio 2017

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE



GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE
La Lingua Italiana nella Canzone. A 50 anni dalla morte di Luigi Tenco
 Con  una Lectio Magistralis di
PIERFRANCO BRUNI, Italianista e scrittore
Cosenza Biblioteca Nazionale 21 Febbraio Società Dante Alighieri

 

Martedì 21 febbraio 2017 la Società Dante Alighieri e  la Biblioteca Nazionale di Cosenza (Mibact) celebrano la Giornata Internazionale della Lingua Madre con un tema affascinante, che tocca i punti nevralgici della valorizzazione della lingua italiana, attraverso modelli che interessano, costantemente, i diversi linguaggi della modernità.