BENVENUTI

sul blog del Caffè Letterario La Luna e il Drago

giovedì 30 marzo 2017

“Odisseo nella selva oscura” di Salvatore Pungente


COMUNICATO STAMPA


Venerdì 31 marzo 2017 alle ore 18.30, presso il Centro Polifunzionale di San Pancrazio Sal.no (Br), si svolgerà la presentazione ufficiale del nuovo libro di Salvatore Pungente dal titolo “Odisseo nella selva oscura” edito da Edizioni Esperidi.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco Salvatore Ripa e dell’assessore alla Cultura Anna Maria Faggiano, l’autore dialogherà con Pasquale Prisco coordinatore UOC Medicina e Chirurgia di Accettazione e Urgenza presso il P.O. “A. Perrino” di Brindisi. Interverrà inoltre Samanta Carrozzo, presidente dell’Ass. di Pubblica Assistenza di San Pancrazio Sal.no. 
Modera l’editore Claudio Martino.


Il libro e l’Autore. “Salvatore Pungente (Brindisi 1973), dopo la laurea in Medicina e Chirurgia si specializza in Chirurgia Generale e d’Urgenza, compiendo svariati corsi di perfezionamento. Attualmente è dirigente medico di Pronto Soccorso presso la ASL di Brindisi e si dedica all’area critica. La sua professione così delicata lo porta molto spesso ad approcciarsi all’esperienza del dolore e a riflettere sulla qualità del rapporto medico-paziente.
Salvatore Pungente sa bene che l’ammalato (seppur... malato) percepisce sempre se il medico che gli è di fronte “partecipa” del suo stato d’animo, oppure si limita semplicemente a fare il suo lavoro. Dopo l’esordio letterario avvenuto nel 2016 con “Homo Acciaccatus. Poesie per sorridere dei propri malanni” (Edizioni Esperidi), il dottor Pungente ritorna con questo libro in cui l’ironia lascia il posto alla riflessione seria e profonda che si traduce in una prosa intervallata da poesie il tutto con un ritmo intenso, a tratti provocatorio.
Novello Odisseo, l’autore si sofferma sulle criticità della professione medica, sui momenti bui e drammatici vissuti in corsia, in un continuo districarsi tra la burocrazia e il proprio sentire. Nella selva oscura, l’uomo e il medico si incontrano e si scontrano. Chi vincerà?” (dalla quarta di copertina del volume).




martedì 28 marzo 2017

Università Francofona dell'Italia del Sud aperte le iscrizioni ai corsi di Lingua francese


Sono aperte le iscrizioni alla Quarta edizione dei corsi estivi dell'Università Francofona dell'Italia del Sud (17-30 luglio), che come ogni anno si svolgeranno nella suggestiva isola linguistica francoprovenzale di Puglia, tra Faeto e Celle di San Vito, a circa 900 metri di altitudine nel cuore dei Monti Dauni.



Si tratta di Corsi altamente qualificati per il perfezionamento della conoscenza della lingua francese e per l'iniziazione alla lingua francoprovenzale secondo un'originale e vantaggiosa formula immersiva. 

La manifestazione nasce dalla sinergia tra il Comune di Faeto, La Renaissance Française, l'Université Senghor di Alessandria d'Egitto (Université de la Francophonie), l'Associazione LEM-Italia e con la collaborazione del DORIF-Università. 

Come sempre, i prezzi sono estremamente vantaggiosi e non temono confronti: per le due settimane, 490 euro comprensivi di 75 ore di corso con certificazione finale delle competenze linguistiche acquisite, alloggio in case francoprovenzali secondo la formula dell'albergo diffuso, vitto in regime di mezza pensione.

Per ogni informazione si rimanda al manifesto allegato con l'invito a visitare la pagina ufficiale dell'UFIS 2017 e a scaricare i moduli in fondo a tale pagina:


lunedì 27 marzo 2017

Celebrando Pirandello ci prepariamo, come Liceo, a D’Annunzio per gli 80 anni dalla morte

di Marilena Cavallo*

Era il 1904 quando Pirandello dava alle stampe il “Fu Mattia Pascal”. Mutava il tracciato narrativo con questo romanzo che resterà il vero incipit di un secolo letterario e culturale come il Novecento. I personaggi diventano destino ma anche modello profetico nella nuova avventura disegnata da Giacomo Debenedetti. Noi come Liceo di Grottaglie abbiamo cercato di dare il nostro contributo su Pirandello con diversi incontri didattici e con la nostra partecipazione ai Colloqui fiorenti e il meritato successo dei nostri ragazzi e dell’intero liceo.
Con l’incontro del 29 marzo non si chiude certamente il ciclo dei dialoghi pirandelliani, ma proseguirà sino al prossimo anno perché Pirandello, come si sa, venne commemorato il 17 gennaio del 1937 da Massimo Bontempelli e, non solo sul piano scolastico, il legame con il Novecento resta fondamentale in quanto il prossimo anno cade un altro anniversario che è quello di D’Annunzio. Ma soffermiamoci su un dettaglio pirandelliano. Maria Zambrano scriveva: “Scrivere è difendere la solitudine in cui ci si trova”.

Pirandello è sempre oltre la letteratura. Pirandello in quella sua terra dove il mito è arabo e greco e la lingua è un intreccio di koinè. In quella sua terra dove il sole incontra la luna e il racconto si fa mistero e favola. In un tale viaggio la maschera diventa follia!

giovedì 23 marzo 2017

Luigi Pirandello nelle antropologie della Magna Grecia a 150 anni dalla nascita.

Un Convegno con il mondo della scuola a Grottaglie – Taranto per il prossimo 29 marzo al Liceo Moscati


La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Brindisi Lecce e Taranto si confronta con l’etno – antropologia di Pirandello. Luigi Pirandello a 150 anni dalla nascita. Una importante iniziativa che ha visto il Mibact, sul piano nazionale con le diverse manifestazioni su tutto il territorio, incontrarsi con i processi educativi sviluppati dal mondo della scuola nel campo delle letterature. Pirandello tra lingua ed etnie nei processi antropologici: il percorso affrontato dal Mibact.

Il Liceo Moscati di Grottaglie, ha organizzato una serie di appuntamenti che hanno avuto inizio il 16 marzo e si concluderanno un esteso convegno nazionale il prossimo 29 marzo alle ore 18.00 con la presenza di figure istituzionali ed esperti di letteratura.

Proprio nella serata di mercoledì 29 marzo si intreccerà un argomentare sul tema: <<Kaos: “Inseguendo quell’estraneo ch’era in me”>>. Il convegno vedrà la collaborazione, oltre alla organizzazione del Liceo Moscati, della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio delle provincie di Brindisi, Lecce e Taranto, della Biblioteca Nazionale di Cosenza, del Progetto Etnie – Letterature del Mibact, del Caffè Letterario La Luna e il Drago, della testata Ora Quadra, di Radio Cittadella e del Sindacato Libero Scrittori Italiani.

mercoledì 22 marzo 2017

“L’orecchio delle dèe” di Giorgia Spurio

COMUNICATO STAMPA “L’ORECCHIO DELLE DÈE” 
IL NUOVO LIBRO DI GIORGIA SPURIO 

È uscito il libro di poesie della poetessa marchigiana Giorgia Spurio, “L’orecchio delle dèe” (Macabor Editore, 2017), con prefazione di Emilia Sirangelo. 

“L’orecchio delle dèe” – ha dichiarato l’autrice a proposito del suo libro - è nato dall’esigenza di dare voce alle problematiche del nostro tempo attraverso simboli e figure mitologiche che l’antichità ci presta. La silloge si trasforma in un diario che raccoglie confidenze e silenzi. 
Se esistesse un Olimpo chiederemmo alle dèe di ascoltarci, mentre tali divinità nella poesia non sono che personificazioni di paure, disgrazie, preghiere. Si vuol parlare della difficile situazione che vivono ogni giorno le donne, soprattutto le madri in particolare in alcune zone del mondo. Altrettanto difficile è la sorte dei bambini. Con i versi ho voluto esprimere il dolore e la speranza di chi trova il coraggio di fuggire da guerra e fame intraprendendo il duro viaggio della traversata del Mediterraneo, ma anche il coraggio di chi ogni giorno intraprende l’ardua traversata che è la Vita.” 

SCUOLA E BENI CULTURALI NEL NOME DI LUIGI PIRANDELLO AL LICEO DI GROTTAGLIE (TA)

Risultati immagini per mibact etnie

IL PIRANDELLIANO VIAGGIO NELLA MAGNA GRECIA
29 MARZO 2017

Il convegno vedrà la collaborazione, oltre alla organizzazione del Liceo Moscati, della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio delle provincie di Brindisi, Lecce e Taranto, della Biblioteca Nazionale di Cosenza, del Progetto Etnie – Letterature del Mibact, del Caffè Letterario La Luna e il Drago, della testata Ora Quadra, di Radio Cittadella e del Sindacato Libero Scrittori Italiani.

Luigi Pirandello a 150 anni dalla nascita. Una importante iniziativa che ha visto il Mibact, sul piano nazionale con le diverse manifestazioni su tutto il territorio, incontrarsi con i processi educativi sviluppati dal mondo della scuola nel campo delle letterature. Il Liceo Moscati di Grottaglie, ha organizzato una serie di appuntamenti che hanno avuto inizio il 16 marzo e si concluderanno un esteso convegno nazionale il prossimo 29 marzo alle ore 18.00 con la presenza di figure istituzionali ed esperti di letteratura.
Proprio nella serata di mercoledì 29 marzo si intreccerà un argomentare sul tema: <<Kaos: “Inseguendo quell’estraneo ch’era in me”>>. Il convegno vedrà la collaborazione, oltre alla organizzazione del Liceo Moscati, della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio delle provincie di Brindisi, Lecce e Taranto, della Biblioteca Nazionale di Cosenza, del Progetto Etnie – Letterature del Mibact, del Caffè Letterario La Luna e il Drago, della testata Ora Quadra, di Radio Cittadella e del Sindacato Libero Scrittori Italiani.
Gli interventi sono stati affidati ai saluti della Dirigente scolastica Anna Sturino, della Soprintendente Architetto Maria Piccarreta, alla introduzione della docente Daniela Annicchiarico e al coordinamento della docente Marilena Cavallo. 

martedì 21 marzo 2017

Pirandello. Giornata di studio il 28 marzo a Manduria (Ta)

A 150 anni dalla nascita di Pirandello, il Liceo De Sanctis Galilei organizza un seminario di studi per docenti e studenti con l'esperto di letterature del Novecento e mediterranee del MIBACT e scrittore (autore di un recento libro proprio su Luigi Pirandello) Pierfranco Bruni.

CONVERSEGGIANDO fra poesie e immagini di Ettore Giorgio Potì

Un interessante appuntamento culturale dal titolo “Converseggiando” si svolgerà giovedì 23 marzo alle ore 18,30  nell'auditorium della Pinacoteca Comunale  “Salvatore Cavallo” di San Michele Salentino. 

L'evento, patrocinato dall'Amministrazione Comunale di San Michele Salentino, Assessorato alla Cultura,  curato da Rita Fasano,  vedrà protagonista il giornalista, scrittore e artista Ettore Giorgio Potì in una piacevole conversazione con Angelo Sconosciuto,  giornalista del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno”. In mostra alcune tavole illustrate dall'autore con relative poesie che saranno interpretate dall'attrice Altea Chionna.
Presenzieranno il Sindaco di San Michele Salentino Avv. Pietro Epifani e l'Assessore alla Cultura Avv. Maria Stella Menga.

lunedì 20 marzo 2017

Il 30 marzo presentazione di "Luigi Pirandello - il tragico e la follia" di Pierfranco Bruni

 Il 30 marzo alle ore 18 presso l'Istituto di studi pirandelliani, via Antonio Bosio 13 b, presentazione del libro di Pierfranco Bruni "Luigi Pirandello - il tragico e la follia". Ne discuteranno con l'Autore:
  • Francesco Mercadante, Presidente del Sindacato Libero Scrittori Italiani
  • Neria De Giovanni, direttore editoriale Nemapress e Presidente dell'Associazione Internazionale dei Critici Letterari
Saluto di Umberto Croppi, Consigliere dell'Istituto di studi pirandeliani e Presidente di Federculture Servizi
Proiezione del video (https://www.youtube.com/watch?v=vrzdqIxu5Ws) su Luigi Pirandello realizzato da Anna Montella
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

venerdì 17 marzo 2017

San Giuseppe tra sacro e profano. Una etno antropologia per San Marzano

San Giuseppe tra sacro e profano. Una etno antropologia per San Marzano di San Marzano

di Pierfranco Bruni*

San Marzano.  Comunità Arbereshe. Il rito tra sacro e profano si intrecciano. Un intreccio che è tradizione. Ma ci sono storie che non vanno dimenticate. La storia dei falò. Nella geografia dei falò si intravedono alcune visioni, interpretazioni, stimoli e dimensioni che conducono direttamente ad una questione simbolica, a una questione mitico - simbolica.

Tale lettura ha chiaramente uno scavo nella cultura popolare, in quella cultura popolare che, senza un’interpretazione etno - antropologica, non sarebbe possibile catturare. La nostra storia, tutta la storia che abbiamo attraversato nei vari cicli delle civiltà, nelle società, nelle temperie, è storia di antropologia. Dobbiamo partire da questo presupposto per comprendere fino in fondo che le culture nazionali, prima di essere tali, sono state “culture delle contaminazioni”, ovvero culture che si sono intrecciate con popoli, e quindi con civiltà, che hanno lasciato un segno tangibile all’interno dei vasti territori.


Il popolo è fatto di etnie, partiamo da questo presupposto. Il culto di San Marzano è ben visibile da questo Video della Rai :  https://www.youtube.com/watch?v=2RPWYHyzAV8  (alla voce su Google San Marzano Marilena Cavallo Micol Bruni: San Marzano di San Giuseppe. Comunità Italo Albanese - YouTube ).

Interessante Lectio Magistralis di PIERFRANCO BRUNI a Cosenza


ORIGINALE E APPREZZATA LECTIO MAGISTRALIS DI PIERFRANCO BRUNI SUL SUO PIRANDELLO FUORI DAGLI SCHEMI E SENZA REPLICHE A COSENZA

Interessante Lectio Magistralis di PIERFRANCO BRUNI a Cosenza nel salone elegante e storico della Accademia Cosentina.

I lavori sono stati introdotti dallo storico stimatissimo Coriolano MARTIRANO. La lezione di BRUNI ha rotto tutti gli schemj di una critica considerata consolidata sugli studi di Pirandello. Già con la sua riflessione iniziale si è capito che il Bruni di Pirandello andava verso una strada complessivamente diversa sia della storigrafia scolastica che di quella detta accademica. Pirandello nasce come un autore anti Euripide. Ha esordito Bruni. Il concetto di madre è l'opposto di una singolare visione di Medea. Ha definito Pirandello il primo drammaturgo che inserisce la cultura araba nel novecento della tragedia attraverso il mistero e la pietà. "In Pirandello non può esserci canto della pietà senza la melanconia dell'erranza di Ulisse e di Dante, ha detto Bruni, perché l'esilio è viaggio errante e non è vero che sempre si abbia il ritorno".

giovedì 16 marzo 2017

“Fratelli della costa” di Marco Tarantino

PRESENZA LUCANA             Presidente: Michele Santoro
Associazione Culturale e Sociale
Via Veneto 106/a
Tel. 099/7384301  Cell 338.4945141
E-mail: presenzalucana@libero.it

Giovedì 16 marzo 2017

PRESENZA LUCANA – 27° Anno   
Presentazione Romanzo “Fratelli della costa” di Marco Tarantino.

VENERDI'17 MARZO 2017, in Via Veneto 106/A, Taranto, alle ore 18.00, sede di Presenza Lucana. L'appuntamento fa parte della cartella "STORIA DELTERRITORIO" ed ha per titolo  "FRATELLI DELLA COSTA: Figuri, figure e figurine del Mare Nostrum" testo di Marco Tarantino. Introduzione Michele Santoro, Relazione Vincenzo Carriero, Intervento dell'Autore.  Lo studioso Antonio Fornaro  illustrerà nei suoi cinque minuti di Pillole di Tarantinità la tradizione ed il culto di San Giuseppe.  
INGRESSO LIBERO

Dopo l’incontro dedicato alla “Festa Internazionale della donna”, nell’ambito dei Venerdì Culturali di Presenza Lucana, torna la cartella “Storia del territorio” con la presentazione di un romanzo dell’autore stattese Marco Tarantino, dal titolo: “Fratelli della costa: figuri, figure e figurine del Mare Nostrum”.
Questo dell’autore, dedicato al padre sua figura di riferimento, è il suo quinto testo presentato. I precedenti sono stati:
·        La prima sorsata di sfiga (2005);
·        La resa dei vanti (2007);
·        Vaghe novelle d’altri Maestri (2011);
·        Prof & Zie (2014).

martedì 14 marzo 2017

Pierfranco Bruni celebra la “poesia” del Califfo al quarto anno dalla sua morte nella Casa Museo “Franco Califano”.

Sabato 1 Aprile ad Ardea la commemorazione di Franco Califano

Nella casa Museo Franco Califano ad Ardea, sabato 1 aprile, la prima “lectio magistralis” dedicata al cantautore romano, scomparso quattro anni fa. A rendere omaggio alla poesia del Califfo il candidato al Nobel per la letteratura Professor Pierfranco Bruni.
Al quarto anniversario della morte, quindi, la Trust Onlus Califano con il patrocinio del Comune di Ardea e in collaborazione con l’Associazione Filarmonica Città di Ardea commemora, così, il cantautore romano scegliendo di porre l’accento sulla musicalità di un linguaggio pregno di poesia.
A condurre l’incontro teso a raccontare non tanto l’uomo quanto l’artista il professor Pierfranco Bruni, che attraverso l’analisi della scrittura e del linguaggio dei testi, dalle ore 16, presenterà al pubblico l’altra faccia del maestro “Califano”.

sabato 11 marzo 2017

Il Pirandello di Pierfranco Bruni a Cosenza Giovedì 16 marzo

GIOVEDI’ 16 MARZO  Pierfranco Bruni all’Accademia Cosentina per una Lectio Magistralis su Luigi Pirandello a 150 anni della nascita



PIRANDELLO. PIERFRANCO BRUNI A COSENZA - ACCADEMIA COSENTINA GIOVEDI’ 16 MARZO ORE 18.00 (Piazza XV Marzo, n. 7 Cosenza) - PER DISCUTERE DI PIRANDELLO A 150 ANNI DALLA NASCITA. PIERFRANCO BRUNI E' AUTORE DEL SAGGIO "PIRANDELLO. IL TRAGICO E LA FOLLIA" (NEMAPRESS).
UN RACCONTARE UN PIRANDELLO FUORI DAGLI SCHEMI CONSUETI E DENTRO IL NOVECENTO LETTERARIO INTERNAZIONALE.
A COSENZA VERRA' PROIETTATO IL VIDEO CURATO DA ANNA MONTELLA SU PIRANDELLO: 

Così Pierfranco Bruni ha sottolineato presentando la sua relazione per Cosenza: “Pirandello è sempre oltre la letteratura. Pirandello in quella sua terra dove il mito è arabo e greco e la lingua è un intreccio di koinè. In quella sua terra dove il sole incontra la luna e il racconto si fa mistero e favola. In un tale viaggio la maschera diventa follia!

venerdì 10 marzo 2017

Le “Giornate Pirandelliane” al Liceo Moscati di Grottaglie (Ta)



IMPORTANTE INIZIATIVA NAZIONALE AL LICEO MOSCATI
DI GROTTAGLIE
LE GIORNATE PIRANDELLIANE. LA SCUOLA INCONTRA PIRANDELLO A 150 ANNI DALLA NASCITA


Dopo la grande affermazione degli alunni del Liceo “Giuseppe Moscati” di Grottaglie ai “Colloqui Fiorentini” di Firenze, dove hanno ottenuto una Menzione d’Onore per una ricerca – studio su  Luigi Pirandello, le cui celebrazioni per i 150 anni dalla nascita si festeggiano non solo in Italia, il Liceo di Grottaglie ha programmato le “Giornate Pirandelliane” che vedranno protagonisti gli allievi in un confronto articolato con l’opera complessiva pirandelliana.
A Firenze la  MENZIONE D'ONORE al Liceo di Grottaglie è stata attribuita per un lavoro dal  TITOLO “Cinque studentesse in cerca d'autore”. Studenti: Sara Annicchiarico, Alessia Margherita, Anna Serio, Iris Sibilla, Elisa Valleri. Classe IV A Scuola Liceo Scientifico "Giuseppe Moscati" Grottaglie (TA).Docente Referente Prof.ssa Maria Maddalena Cavallo.
La dirigente scolastica Anna Sturino, nell’esprimere la sua soddisfazione per il risultato ottenuto dagli allievi in stretta collaborazione con l’armonia del gruppo docenti, guarda con molta attenzione al legame tra scuola, modelli educativi e processi culturali. Pirandello, al centro delle manifestazioni nazionali, resta un riferimento nell’incontro tra scuola e interazioni tra le diverse forme di cultura.

lunedì 6 marzo 2017

Mata Hari per l’Otto Marzo in uno studio di Pierfranco Bruni con Cartella e Video di Anna Montella a Catanzaro



Mata Hari per l’Otto Marzo in uno studio di Pierfranco Bruni 
con Cartella e Video di Anna Montella a Catanzaro
Evento unico in tutta Italia. Mata Hari di Pierfranco Bruni: “Una donna per l’Otto Marzo: Mata Hari nella sua danza sino alla fucilazione”.



L’Otto Marzo parlando di Mata Hari nel  centenario della fucilazione. A discuterne, con una sua relazione, sarà Pierfranco Bruni, il quale ha realizzato uno studio molto suggestivo con una Cartella (per visionare la cartella cliccare http://pierfrancobruni.weebly.com/mata-hari-cartelle.html) curata graficamente da Anna Montella e un Video (per il video cliccare https://www.youtube.com/watch?v=mOkP79fxNxg ) realizzato sempre da Anna Montella che verrà proiettato durante la manifestazione a Catanzaro alla Casa delle Culture. Pierfranco Bruni, figura di primo piano nella cultura italiana e non solo, ha lavorato con una immaginazione straordinaria inventando un percorso poetico e un raccontare il fascino di una donna accusata di spionaggio e fucilata a 41 anni in Francia. La collaborazione e i contributi di Anna Montella sono stati fondamentali. Il tema della relazione: “Una donna per l’Otto Marzo: Mata Hari nella sua danza sino alla fucilazione”.

sabato 4 marzo 2017

XVI edizione de i Colloqui Fiorentini - nihil alienum Luigi Pirandello “Ora che il treno ha fischiato...”


COLLOQUI FIORENTINI
2-4 marzo 2017
Le allieve del Liceo Moscati, accompagnate dalla
prof.ssa Marilena Cavallo, con il Presidente
e il Fondatore dei Colloqui Fiorentini
Menzione d'onore al Liceo Moscati di Grottaglie (Ta) al seminario di studi fiorentino!
Accompagnate dalle docenti Cavallo, Lucchese e Leo, venti alunne delle classi 3, 4 e 5 A scienze umane, cinque della classe 3 B scienze umane, tre della classe 5 A scientifico ed un'allieva del linguistico hanno partecipato alla sedicesima edizione dei Colloqui Fiorentini. Tra seminari tematici ed interventi liberi guidati dal Comitato Didattico, le allieve Sara Annicchiarico, Alessia Margherita, Anna Serio, Iris Sibilla e Elisa Valleri hanno ricevuto la meritata menzione d'onore per la lodevole tesina dal titolo "Cinque studentesse in cerca d'autore".

"Fate quello che potete, ma aspirate al CAPOLAVORO", questo il messaggio fondante dell'importante evento, abbracciato con entusiastico successo dalle brave e motivate studentesse del Moscati.

venerdì 3 marzo 2017

Pirandello, Alvaro e le Antropologia: 4 marzo Lectio Magistralis di Pierfranco Bruni a Salerno

Mibact. Salerno. Sabato 4 marzo. Ore 11. 00. PIERFRANCO BRUNI svolgerà una Lectio Magistralis sul tema: “Gli elementi etno-antropologici in Luigi Pirandello mediterraneo. Pirandello in Corrado Alvaro”.
Un modello culturale che permette di leggere uno spaccato della letteratura italiana attraverso una metodologia didattica che pone al centro gli aspetti demoetnoantropologici identitari.
PIERFRANCO BRUNI, Responsabile del Progetto Etnie del Mibact, pone al centro il rapporto antropologico tra letteratura tradizione e linguaggi in Pirandello, la cui lettura si propone attraverso i suoi studi che legano la cultura Greco Latina con quella Araba. Un immaginario Mediterraneo che vive all’interno del novecento letterario italiano.
Bruni, grazie a Pirandello e ad Alvaro, invita a leggere la letteratura italiana tutta non più con schemi precostituiti, ma attraverso una interpretazione propriamente antropologica e ancorata ad un umanesimo delle culture. Nel corso della mattinata verrà proiettato il video su Pirandello tragico e la maschera di Anna Montella. Tale percorso è parte integrante del Progetto di Pierfranco Bruni curato per il Mibact.
Un progetto che lega LETTERATURE ANTROPOLOGIA ed ETNIE.